Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘galleristi’

Se vedrete in strade lontane da Dio
immacolate gallerie d’arte contemporanea
la storia sarà più o meno questa

sms-comasina

Il Numero 9 è un quartiere di Milano nel quale di figli se ne facevano quattro, e i primi tre eran sempre maschi perché potessero un giorno picchiare i fidanzati della sorella, ultima nata. Il Numero 9 è un quartiere che a Carnevale ti faceva venir voglia di chiuderti in casa, perché alla meglio ti capitava di far da bersaglio a un’arancia piena di lamette, o di far da tester alla schiuma da barba depilatoria.

Di zone così, armate di serramanico e disarmate di congiuntivi, ce ne sono sempre meno in città. I fratelli Portolano, i Campisano, i Tedoldi e tutti gli altri, con le sorelle gran troie ma vergini al seguito, sono stati spinti a trasferirsi ai margini della provincia. A convincerli a lasciare il quartiere sono state le gallerie d’arte contemporanea che hanno colonizzato velocemente strade della Vecchia Milano.

Quello è il nuovo centro culturale, io mi trasferisco lì con tutta quella vitalità e poi apro in uno spazio più grande e, guarda, dovresti proprio venire all’inaugurazione della stagione per vederlo!

Quando la verità è che i galleristi perdendo interesse per l’arte hanno perso anche un sacco di soldi: chi con i cavalli, chi con certe croste a olio (questo quadro non lo rivendiamo nemmeno a un cieco e penso che anche a tenerlo in magazzino meni sfiga), chi con le studentesse dell’Accademia di Brera (ti spiego io come funziona il mercato dell’arte, tu sei tanto, tanto giovane...). Quando perdi i soldi finisci con l’aprire una galleria d’arte contemporanea spingendoti fino al Numero 9.

Quindi, se vedrete in strade lontane da Dio immacolate gallerie d’arte contemporanea la storia sarà più o meno questa.

Esiste una sola eccezione: il gallerista più potente di tutti. Quello si sposta in zone schifose perché gli piace scherzare. Infatti, sa bene che gli altri galleristi, i piccoli pesci, lo seguiranno facendo arti e bagagli pur di stargli vicino e inaugurare la sua stessa sera facendo entrare i suoi collezionisti anche nel loro loft. E il più potente di tutti si diverte a vederli nuotare controcorrente per la città. Un giorno lo seguono al Numero 7, un altro al Numero 3, domani chissà.

Annunci

Read Full Post »